Jan Němec

JAN NĚMEC (1936-2016) è stato un regista cinematografico ceco, definito dallo storico del cinema Peter Hames l’enfant terrible della NováVlna, la Nouvelle Vague Cecoslovacca degli anni Sessanta. Brillante rappresentante di quella stagione di rinnovamento del cinema mondiale, nella tendenza all’assurdo e all’immaginazione riconducibile a esempi come Buñuel e il surrealismo, colpì immediatamente la critica con i suoi primi lavori: Démanty noci (1964, I diamanti della notte) e O slavnosti a hostech (1966, La festa e gli invitati). Il suo cinema fu “vietato per sempre” dopo l’invasione sovietica del 1968, e ha ottenuto importanti riconoscimenti nei festival occidentali. Dal 1974 ha vissuto in esilio all’estero, soprattutto negli Usa, facendo lezione nelle università e girando film di matrimonio.
Rientrato in patria alla fine dell’89, è tornato a girare fino a morire sul set, come si conviene ai grandi, l’ultimo giorno di riprese del film tratto da questo libro, The Wolf from The Royal Vineyard Street, il 18 marzo 2016.

Visualizzazione del risultato singolo