Mario E. Bianco

Mario Bianco (Torino 1941) trovato un oggetto aguzzo o scrivente ha cominciato a disegnare ovunque; a scrivere ha imparato dopo.
Ha lavorato come commesso di libreria, insegnante di Educazione Artistica, grafico pubblicitario, disegnatore progettista, per vent’anni è stato responsabile tecnico della G.A.M. di Torino. Come pittore ha partecipato a molte collettive di pittura e ha tenuto una trentina di mostre personali. Con l’Agenzia Poetica Torinese ha tenuto per due anni una trasmissione di poesia alla RTA (fine anni ’70) e molti readings poetici a Torino e in Italia.
Ha vinto il primo premio letterario italiano su Internet bandito da Alice.it. nel 2001 con il racconto “La scatola del dottor Wallaby” pubblicato da Marcos y Marcos, (visibile in rete).
Del 2002 è il romanzo “Le pigne in testa” edito da Michele Di Salvo.
Del 2005 il romanzo “Di ruggine in rugiada” edito da L’Ambaradan. Torino, finalista al Premio San Vidal in Venezia.
Del 2012 il romanzo breve “Humbaba Huwawa” edito Senzapatria editore, per lo stesso editore ha disegnato trenta copertine per varie opere narrative e saggistiche di noti scrittori italiani.
Del 2014 è “Letti a undici piazze”, 22 racconti propri e di Euro Carello, dedicato a piazze di Torino, illustrato da 44 disegni propri, edito da Graphot. Torino
Del 2015 è il romanzo “L’altra faccia dell’angelo o la mummia turca”, edito da Nerosubianco. Cuneo.
Nel 2016 è la raccolta di cinque racconti “Il restauratore di robot”, edito da Nerosubianco. Cuneo.
Nel 2010, “Torino camminando di qua e di là dal Po” saggio, carnet de voyage illustrato, sulla Circoscrizione torinese 8. Edito da Graphot. Torino.
Nel 2011, “San Salvario” saggio storico dedicato al quartiere di San Salvario, in Torino. Edito da Graphot. Torino
Alcuni racconti sono stati editi in diverse antologie.
Ha creato varia grafica per copertine e illustrazioni di molti libri.

Visualizzazione del risultato