Miraggi edizioni è una casa editrice di varia, che nasce a Torino nel 2010, debuttando al Salone Internazionale del libro di Torino di quell’anno.

Da subito la produzione di Miraggi si è contraddistinta da un lato per lo stile e la cura redazionale e grafica, con la particolare doppia copertina, dall’altro per la scelta di pubblicare libri da un lato puntando sulla qualità letteraria e su quella delle idee, calcando vie meno battute, da un altro guardando a nuove tendenze che hanno avuto notevole successo commerciale, a partire dalla poesia, sorprendentemente, nelle sue declinazioni performative (collane Voci, in collaborazione con Sparajurij, e Golem); di recente sono nati tre progetti diversi tra loro, ma non a caso accomunati da una simile riconoscibilità grafica essenziale, tesi a portare al pubblico italiano testi sia italiani sia stranieri che riteniamo avrebbero difficoltà a circolare anche nei settori di nicchia frequentati dai piccoli editori e dai lettori più esigenti (maggiori informazioni nella descrizione delle collane). Se nei primi anni la produzione annua si è attestata sui 10-15 volumi l’anno, dal 2016 è in costante aumento: nel 2017 siamo oltre i 40.

È targato Miraggi il grande successo raccolto da Guido Catalano (30000 copie vendute con due titoli usciti con noi, e più di 10000 di altri 4 titoli riediti), famoso poeta performer, ospite fisso di Caterpillar su Radio Rai 2, testimonial di Smemoranda e già apparso sulla Rai in trasmissioni con Lia Celi e Fabio Fazio. Guido Catalano sta proseguendo la sua carriera in ascesa pubblicando con Rizzoli; altri autori stanno seguendo le sue orme, configurando Miraggi come una sorta di possibile vivaio di autori di successo.

Altri successi commerciali sono stati il Manuale di Triathlon, ormai alla 4 ristampa e alcuni libri per bambini che si contraddistinguono per cura e presentazione al pubblico.

Miraggi ha anche fondato e avviato SatelliteLibri.it una piattaforma capace di mettere in relazione editori e librai, con lo scopo di riempire quel vuoto che si è venuto a creare in Italia nel mondo della promozione e della distribuzione dopo il fondersi e costituirsi di un monopolio che sostanzialmente mette in difficoltà librai ed editori.

Grazie alla collaborazione con il gruppo Sparajurij Miraggi pubblica anche la rivista di scritture internazionali «Atti impuri», che pubblica soprattutto inediti di importanti autori sia italiani sia stranieri.

Pur nella varietà, spesso i libri Miraggi si caratterizzano spesso per il divertimento, per la ricerca di un aspetto inconsueto e meno comune rispetto alla produzione contemporanea. Il tentativo, spesso riuscito, è quello di “fare” i libri che altri non fanno, quelli che ci piacerebbe trovare in libreria, e spesso mancano all’appello.

Il catalogo di Miraggi si coniuga attualmente in 7 collane, e tre nuovi “progetti-collana”.

Golem è il nome della collana che riunisce i titoli di narrativa e poesia, che, come i golem prendono vita dalla parola e attraverso la parola.

Romanzi, reccolte di racconti, prose e testi poetici chje vengono “performati”, ossia portati dal vivo al pubblico nelle situazioni più disparate.

Finisterrae, luogo mitico e reale dove oltre non si può andare (forse). Evocativo della quintessenza del viaggio, è il nome della collana di racconti di viaggio e di luoghi: diari, taccuini, racconti, sguardi di uomini che percorrono il mondo.

Con una certa attenzione anche ai temi sociali, nella collana sono presenti racconti di viaggi più o meno estremi, a piedi o in bicicletta, accanto a testi più narrativi ispirati o ambientati in luoghi specifici: Parigi, Londra, Madrid, Trinidad & Tobago. In questo caso possono essere utilizzati anche come guide, in senso lato.

Contrappunti raccoglie i titoli di testimonianza, cronaca, memoria, riflessione sull’attualità, sulla storia. Per fare il punto sulle questioni della cultura, della società, della politica, ma in modo critico, non allineato, inatteso, inconsueto. Non per forza “contro”, ma secondo una linea diversa.

Si tratta di “saggi narrativi”, in cui il racconto delle idee prevale sulle modalità classiche del saggio, con un piglio più o meno serio, divertente, condito di dati e annotazioni o più vicino alla narrazione. Per noi l’importante è affrontare i temi in questione puntando a stimolare riflessione. Ponendo domande, più che offrendo soluzioni o esaustivi approfondimenti.

Training: Mens sana in corpore sano. E informato. Manuali e strumenti di apprendimento nel campo dell’allenamento sportivo.

In questo caso la “diversità” consiste nella scelta degli sport: il Triathlon, Skateboard, Mountain Bike, Recupero sportivo con tecniche Zen. Si tratta di discipline sulle cui metodiche esiste in genere una letteratura piuttosto limitata e scarna.

Pantagruel. Non si solo spirito è fatto l’uomo, e neppure il lettore. In questa collana si trovano esplorazioni e divagazioni per chi non pensa che la gola sia un peccato.

Gusti, sapori, profumi, da scoprire nella loro lavorazione, storia, estetica, etica.

Voci. La collana Voci, realizzata in collaborazione con la rivista di scritture internazionali «Atti Impuri», intende dare spazio agli autori che animano i circuiti nazionali di Poetry Slam, un’arte poetica performativa che ha preso molto piede negli ultimi anni, con frequenti esibizioni pubbliche, apprezzate e partecipate.

Collana nata da poco ma che già consta di più di 10 titoli e autori, in rapida crescita. Miraggi è in buona parte riferimento del movimento degli slammer italiani, e supporta con piacere il movimento del Poetry Slam italiano. Perché uscire di casa per andare a sentire leggere delle poesie è un bel segnale da parte di chi non si arrende sempre alla televisione e al computer.

Bataclan. I nostri libri per i più piccoli. Per condividere con loro la magia della lettura e aiutarli a imparare col sistema migliore del mondo: il divertimento.

Piccoli grandi libri, con il filo conduttore e l’ambizione di portare il seme di alcuni temi di riflessione importanti anche per i bambini: ecologia, razzismo, solidarietà, educazione alla vita sana.

Tre invece (per ora) sono i nuovi progetti-collana, che hanno come comune denominatore il voler portare al pubblico dei lettori italiani libri che molto verosimilmente non gli arriverebbero mai,  stranieri e italiani.

(Dal 2016) Tamizdat. Col termine “tamizdat” si indicavano, nel blocco comunista e in Urss, le opere straniere, per lo più occidentali, fatte circolare clandestinamente. Vietatissime come i samizdat, queste opere provenienti da “là” (tam) fuori erano uno degli strumenti di resistenza culturale più diffusi.

In collaborazione con lo scrittore e traduttore Francesco Forlani in Tamizdat Miraggi pubblica traduzioni di autori, di alta qualità letteraria, che verosimilmente non arriverebbero al lettore italiano per contenuto, idee, tempismo, mode. Scelte premiate dai lettori.

(Dal 2017) Scafiblù. «Scafi blu»: così a Napoli venivano chiamate le imbarcazioni utilizzate per il contrabbando delle sigarette… Miraggi Scafiblù è ispirato alla clandestinità di Tamizdat, ma è dedicato agli autori italiani. Opere che Miraggi vorrebbe contrabbandare al di qua dell’immaginario confine tra ciò che comunemente si può trovare in libreria e ciò che non è destinato ad arrivarci mai.

In collaborazione con lo scrittore e traduttore Francesco Forlani, sugli scafi blu saliranno autori italiani che hanno il coraggio di portare un messaggio disobbediente, anarchico, per lo stile o per i contenuti.

(Dal 2018) NováVlna. È la nuova collana italiana di letteratura ceca, e prende il nome dalla “Nouvelle Vague” ceca, straordinario periodo di libertà e creatività artistica negli anni della Primavera di Praga. Molto spesso la leteratura ceca è stata portatrice di freschezza, innovazione, ironia e profondità esistenziale. Il progetto si accomuna ai due precedenti per la scelta delle opere: non tutto quel che è ceco, ma solo quello che diversamente non potreste leggere in italiano.

Miraggi vuole cogliere lo spirito da “Nouvelle vague permanente” che si trova disseminato in molti tratti della letteratura ceca, traducendo l’ondata di nuovi autori, ripubblicando testi preziosi ingiustamente dimenticati e altri incredibilmente mai giunti al pubblico italiano.

Collana curata da Alessandro De Vito in collaborazione con la traduttrice Laura Angeloni.