Chiedi a papà

Jan Balabán, trad. Alessandro De Vito
NováVlna,

8,9917,00

2 VOLTE PREMIATO CON IL MAGNESIA LITERA (2005 – 2011)

TRADOTTO ALL’ESTERO IN 10 LINGUE

QUESTA È LA SUA PRIMA OPERA TRADOTTA IN ITALIA

Jan Balabán, morto prematuramente a 49 anni nel 2010, è stato e resta una delle voci migliori e più forti della letteratura ceca contemporanea. Accostato a Milan Kundera e Jachym Topol, è nato e vissuto nella zona mineraria di Ostrava, molto diversa dalla “Praga d’oro” che tutti conosciamo, è autore di svariate raccolte di racconti e di due romanzi, ed è stato definito un “esistenzialista con una ispirazione cristiano-evangelica di fondo”.

 

Con acquisto min. di 19€ SPEDIZIONE GRATUITA

Svuota
Data di pubblicazione 2018
Formato 13,5x19
Numero di pagine 208
ISBN 9788833860008

I fratelli Hans, Emil e Kateřina devono far fronte, come la loro madre Marta, alla malattia e alla morte di una persona cara, il padre, il medico Jan Nedoma (che significa “senza casa”: nessuno in questo mondo è realmente a casa). Tutti e quattro si trovano a fare i conti con se stessi e i propri ricordi, e a far fronte alle accuse postume di complicità con le autorità comuniste mosse a loro padre da quello che un tempo era il suo migliore amico. Si tratta di un’amara ironia, “chiedere papà come siano andate davvero le cose” non è più immaginabile né possibile.
Il romanzo di Balabán è pervaso di domande che riflettono sul senso, sulla qualità e sul percorso della vita umana, sui rapporti famigliari, sulla malattia e sulla morte, e su quel che resta dopo. Con un’immediatezza straziante, che porta in sé una dimensione di meditazione e un’urgenza di espressione interiore concreta, l’autore descrive in modo estremamente preciso l’aspetto tragico del destino individuale che tende inesorabilmente al suo punto finale. Non è forse vero che è dalla nascita che si comincia a morire? E nel frattempo, che cosa facciamo, che cosa siamo?

Quarta originale del poeta e amico Petr Hruška

«La morte osserva le nostre vite.
L’evento centrale dell’ultimo romanzo di Jan Balaban è l’agonia e la morte di un uomo, ma ciò che racconta davvero è l’impegnativa ricerca della vita. Poiché questa deve sempre essere trovata nella profondità di ciascuno. E poi di nuovo reinventata. In un certo senso siamo tutti simili ai personaggi della meravigliosa storia di Jan Balabán, traboccante di conversazioni, di soliloqui e silenzi. Una storia in cui si cerca la verità, e si trova la sincerità. Tutti noi, nella nostra parabola mortale, cerchiamo di scoprire qualcosa sull’essenza della realtà, o almeno trovarci per un un momento vicino a qualcosa di importante.
È quasi impossibile, perché ne sappiamo terribilmente poco. La nostra mente è sopraffatta da domande e dubbi, sfiducia e incredulità, nervosismo e aggressività. L’energia viene sprecata nel cieco affanarsi quotidiano. Le parole si ribellano in una inesattezza maligna, le mani sono corte …
Abbiamo ancora un cuore.»

Jan Balabán

Chiedi a papà è l'ultimo libro di Jan Balabán. L'autore ha lavorato gli ultimi tre anni della sua vita al testo, ed è morto (a 49 anni, improvvisamente) appena dopo averlo consegnato definitivamente al poeta Petr Hruška, suo amico e primo lettore, con cui stava rivedendo il testo. Jan Balabán è stato e resta una delle voci migliori della letteratura ceca contemporanea. Accostato a Milan Kundera e Jachym Topol, è nato e vissuto nella zona mineraria di Ostrava, molto diversa dalla Praga d'oro che tutti conosciamo. Definito un "esistenzialista con una base cristiano-evangelica", è stato autore di svariate raccolte di racconti e di due romanzi. In patria ha vinto diversi premi, tra cui per due volte il celebre Magnesia Litera (2005 con una raccolta di racconti e 2011, post mortem, con questo romanzo). Al momento sono state tradotte all'estero parti della sua opera in 10 lingue diverse. Per l'Italia è una prima volta assoluta. Bibliography Jan Balabán Stredovek (The Middle Ages) 1995 — short stories Boží lano (God’s Rope) 1998 — short stories Prázdniny, (Holiday) 1998 — short stories Cerný beran (The Black Ram) 2000 — novel Srdce draka (Heart of the Dragon) 2001 — comics Kudy šel andel (Where the Angel Went) 2003 — novel Možná že odcházíme (We Might Not Be Here Long) 2004 — short stories Kudy šel andel (Where the Angel Went) 2005 — novel (revised new edition) Jsme tady (We Are Here) 2006 — a novel in ten short stories Bezruc?! (Bezruc?!) 2009 — play Zeptej se táty (Asd Dad) 2010 — novel Povídky (Short Stories) 2010 — selected short stories Jan Balabán (1961-2010) Most award winning Czech author. The third most important Czech author next to Milan Kundera and Jáchym Topol Holiday (Prázdniny) 1998 Where The Angel Went (Kudy šel angel) 2003 Sold to: Poland (Afera), Macedonia (Goten) Perhaps We Are Leaving (Možna že odcházíme) Book of the Year 2004 Magnesia Litera Prize 2005 Best book of the first decade of the 21st century Sold to: Bulgaria (Izida) We Are Here (Jsme tady) 2006 Sold to: Poland (Afera), Ukraine (Astrolabe) Ask Dad (Zeptej se táty) Book of the Year 2010 2010 Magnesia Litera Prize 2011 Sold to: Sweden (Aspekt förlag), Poland (Good Books), Bulgaria (Izida), Serbia (Dereta)

Chiedi a papà – la partecipazione al destino degli altri ha un potere enorme, da sola può renderci migliori di quello che siamo mai stati – Gianfranco Franchi per Mangialibri

Chiedi a papà - Gianfranco Franchi per Mangialibri Papà Jan Nedoma, medico, ha combattuto per parecchio tempo con una tremenda…

Chiedi a papà – recensione di Anna Vallerugo per Satisfiction

Jan Nedoma, medico, muore. Alla compagna ma soprattutto ai tre figli che gli sopravvivono, Hans, Emil e Katerina, testimoni impotenti…

Jan Balabán e Magdalena Parys, emergono gli scheletri della Guerra fredda – di Lorenzo Mazzoni su Il Fatto Quotidiano

  Cultura | 11 Febbraio 2019 Più informazioni su: Letteratura, Libri Lorenzo Mazzoni Forse loro padre non aveva detto così.…

NováVlna, una nuova collana per riscoprire i capolavori della letteratura ceca – di Lorenzo Mazzoni su Il Fatto Quotidiano

  Cultura | 10 Giugno 2018 Leggi l'articolo originale su Il fatto Quotidiano Più informazioni su: Letteratura, Repubblica Ceca Lorenzo…