Quando eravamo portieri di notte

Golem,

14,00

Se Lei ti lascia, e tu lavori di notte in un albergo, tra apparizioni e incontri con i personaggi di un bizzarro mondo sotterraneo, prima o poi (con l’aiuto del vino bianco) cominci ad elencare, a raccontarti tutto quello che Tu e Lei avete fatto, di giusto e soprattutto di sbagliato. Che cosa, esattamente, è andato storto?
E questa cosa, scritta notte dopo notte per riconquistare Lei, diventa un libro. Che nessuno pubblica.

 

Data di pubblicazione 2017
Formato 14.5X21
Numero di pagine 160
ISBN 9788899815462

«L’ho amato davvero questo buco di posto e non lo posso negare. C’ho fatto di tutto e mi è piaciuto. Mi ci sono ubriacato pesantemente, c’ho corso, non c’ho dormito la notte, c’ho litigato, ho cercato di farci a pugni, di trovarci facce da prendere a schiaffi, ho cercato di farmi prendere a schiaffi, c’ho fatto il dandy, il bel ragazzo e il sociopatico, c’ho scopato ma più che altro c’ho fatto l’amore, c’ho passeggiato tenendo a braccetto il cappotto che volevo tenere a braccetto, c’ho visto la ragazza che volevo vedere mentre si lavava i denti, mentre spremeva il tubetto del dentifricio in maniera sbagliata ma andava bene lo stesso, c’ho fatto la doccia e c’ho avuto la pressione bassa, c’ho fatto ridere Lei, c’ho riso anch’io, c’ho preso quattro-cinque indigestioni e un accenno, abbastanza spinto, di colite. […] C’ho conosciuto Lei e mi è piaciuto, non lo posso negare. Però adesso le cose sono cambiate, sono cambiate in maniera spaventosa, e questo posto non lo amo più. E poi, come ho già detto, gli manca il mare.»

 

Tomas Bassini

Tomas Bassini Classe 1985, vive in Toscana. Dopo la Laurea in Filologia Moderna ha svolto diversi lavori tra l’Italia, Malta e la Turchia. Nel 2014 ha pubblicato la raccolta di poesie È stato l’amore la grossa fregatura, da cui è tratto (liberamente) questo romanzo.

Coriandoli a Natale: Poetarum Silva ospita Tomas Bassini

Me la prendo comoda, per quanto possibile. Cerco di rintracciare ogni prova tangibile che testimoni quello che c’è stato fra…

“Quando eravamo portieri di notte”: la recensione di Andrea Vignini su valdichianaoggi.it

È risaputo che in generale non c’è nulla di più difficile che scrivere d’amore e questa affermazione apodittica è tanto…

“Quando eravamo portieri di notte”: la recensione di Gabriele Ottaviani per convenzionali.wordpress.com

di Gabriele Ottaviani Ora dovrebbe essere proprio Lei a spiegarmelo, ecco, mi metto comodo, incrocio le braccia e le permetto…