Cari jihadisti…

Philippe Muray, trad. Francesca Lorandini e Olivier Maillart
Tamizdat, narrativa, saggistica

7,9914,00

Un pamphlet controcorrente, corrosivo come nella migliore tradizione francese del genere:
«Cari jihadisti, venite a combattere l’Occidente, ma l’Occidente non esiste più…»

Con acquisto min. di 19€ SPEDIZIONE GRATUITA

Svuota
Data di pubblicazione 2016
Numero di pagine 112
ISBN 9788896910955

Cari jihadisti…

L’indomani dell’attacco alle Twin Towers, Philippe Muray scrive una lettera di consolazione ai terroristi delusi dalla rapidità con cui la vita in Occidente ha ripreso il suo corso. La loro azione sembra aver sortito l’effetto contrario e il nostro regno profilattico, eugenista e igienista è più in forma che mai. Ma i jihadisti non disperino perché della loro guerra ce ne occupiamo noi, e sapremo portare a termine la mirabolante impresa di smantellamento su cui lavoriamo già da qualche decennio.

Il progetto è ambizioso, ma le sfide non ci hanno mai fatto paura e con i nostri sorrisi smaglianti faremo trionfare l’Impero del Bene, annullandoci nell’eterno presente della nostra innocenza, della nostra gioia, della nostra felicità.

[quarta di copertina dei traduttori, Francesca Lorandini e Olivier Maillart]

Philippe Muray

Philippe Muray, nato nel 1945 e morto nel 2006, è l’autore di un’opera romanzesca, saggistica e diaristica iniziata nell’alveo della neo-avanguardia e debordata a partire dagli anni Novanta in un’immensa risata dissacrante, in cui risuona l’eco della grande tradizione francese che va da Molière a Céline, da Rabelais a Léon Bloy. Cari jihadisti è il suo primo libro pubblicato in Italia.

“Philippe Muray c’è!” – Nazione indiana, articolo di Lakis Proguidis (trad. Francesco Forlani)

Cari jihadisti… non è un pamphlet, né una beffa mediatica, né tantomeno una provocazione di quelle a cui hanno preso…

“Cari jihadisti…” per la prima volta in Italia – ChronicaLibri, articolo di Giulio Gasperini

AOSTA – Appena edito in Italia dalla casa editrice Miraggi edizioni nella collana Tamizdat, il pamphlet Cari jihadisti… di Philippe…

“Dire quasi la stessa cosa” – Giacomo Verri Libri

Nel luglio scorso, ho tradotto a quattro mani con Francesca Lorandini il meraviglioso Chers djihadistes… di Philippe Muray in italiano.…

“Il ventre molle” – Il Foglio quotidiano, di Giulio Meotti

Dalle Torri gemelle al Bataclan, il jihad è solo una distrazione per “l’occidente in bermuda”. In libreria il pamphlet di…

Cari jihadisti… La recensione di Alessandro Gnocchi su il Giornale

Lo scrittore francese Phillippe Muray (1945-2006) è l'ennesimo segreto della cultura europea che nessun editore voleva rivelare al lettore italiano.…