Facebook blues

Golem,

16,00

Facebook blues è un tenero e spassoso romanzo sulla (nostra) vita al tempo dei Social Network. Un romanzo che fa un’analisi spietata e umoristica del magico mondo dei Social e delle sue nevrosi che possono dare dipendenza, ci parla di ciò che è proprio dell’uomo. Il bisogno di comunicare, di colmare le distanze, l’amicizia e la confidenza, le incomprensioni che possono essere superate.

Data di pubblicazione 2018
Formato 14.5X21
Numero di pagine 192
ISBN 9788899815585

Facebook blues è un tenero e spassoso romanzo sulla (nostra) vita al tempo dei Social. Due amiche: Renata, divorziata, è una fanatica di Facebook, Marta è infelicemente sposata con un marito ormai anziano, che detesta ma non ha il cuore di lasciare. Proprio a lei però accade qualcosa: il grande amore della sua vita, un americano conosciuto durante il viaggio di nozze e con cui aveva avuto una storia clandestina molto intensa, ricompare in rete dopo vent’anni, durante i quali lei aveva creduto di averlo perso per sempre…
Un romanzo che, facendo un’analisi spietata e umoristica del magico mondo dei Social e delle sue nevrosi che possono dare dipendenza, ci parla di ciò che è proprio dell’uomo. Il bisogno di comunicare, di colmare le distanze, l’amicizia e la confidenza, le incomprensioni che possono essere superate, i figli che si abbracciano anche se sono diversi da come ti aspetti, e l’amore, che quando si incontra, non si deve lasciar andare.

Per conoscere meglio Laura Bettanin

https://www.facebook.com/laura.bettanin

CREATIVITY CON JANIS JOYCE – LAURA BETTANIN: VAGABONDA TRA CINEMA E LIBRI from Tviweb on Vimeo.

Laura Bettanin

Laura Bettanin, Schio 1959, laureata in lingue e letterature straniere c/o Università Ca’ Foscari, Venezia. Autrice di "Finché l’erba crescerà e i fiumi scorreranno” (Transeuropa, 2009). Ha pubblicato racconti per vari blog letterari, per la rivista “Nuova prosa”, per l’antologia “La morte nuda” (Galaad, 2013), l’antologia "Père Lachaise - Racconti dalle tombe di Parigi (Romania, Ratio et revelatio 2014) e l’antologia “Dylan skyline” (Nutrimenti 2015). Fino al 2007 ha lavorato in ambito cinematografico e documentaristico collaborando tra gli altri con Lina Wertmuller, Luc Besson, Wim Wenders, Ermanno Olmi. Su FB è conosciuta con il nome di Janis Joyce, ha numerosi fan che la seguono per il suo spirito caustico (celebri i suoi "detti di Oscio"). Con questo nome ha pubblicato i libri "Seventy sex” (Transeuropa, 2011) e “Seconda stella a destra” (Ad est dell’equatore,2015)

Social sì, ma senza prendersi troppo sul serio: Laura Bettanin ci racconta “Facebook blues”

Nel Terzo Millennio il vero mondo sembra essere quello social. Ce ne accorgiamo tutti i giorni, tra like, notifiche e…