fbpx

Vanilla Ice Dream

Traduttore: Chiara Correndo
Collana: Tamizdat

8,9917,00

Scriveva James Baldwin: « Dio sa se è giunto il momento di liberarci del mito dell’America e di provare a scoprire cosa sta succedendo realmente qui ».
Vanilla Ice Dream è uno spaccato su un’America tanto distopica, quanto pericolosamente attuale.

Con acquisto min. di 25€ SPEDIZIONE GRATUITA

Svuota
Data di pubblicazione 2020
Formato 13
Numero di pagine 192
ISBN Cartaceo: 9788833860435 - E-book: 9788833860510

Stati Uniti, 2021. Lo scrittore di viaggi Carter Hollmann torna dopo anni all’estero e trova il suo Paese al punto d’incontro tra distopia e real­tà.
Il razzismo che conosceva sta diventando qualcosa di sistemico: i neri senza casa, indigenti o comunque incapaci di pagare l’affitto vengono “ invitati ” a trasferirsi in insediamenti “ protetti ”. Alcuni fotografi scattano immagini di queste “ case ” per fornire materiale visivo a un videogioco (chiamato The Situation), ma anche per registrare tutte le famiglie di colore. Una di queste fotografe è Meredith, l’ex moglie di colore che divorziò da Carter dopo che questi la colpì in seguito a una lite. Dietro tutto questo ci sono il magnate Mandy Lemmour, l’Fbi e il lato oscuro del Sogno Americano: capitalismo e razzismo che congiurano a un inquietante esperimento di ingegneria sociale. (Non molto diversamente, negli anni Trenta la Germania nazista utilizzò il sistema di schede perforate dell’Ibm per localizzare e registrare le persone di origine ebraica.)
Gli interrogativi personali di Carter Hollmann si inseriscono nella storia dell’America trumpiana, tra la speranza di una riconciliazione con Meredith e la presa di coscienza che è necessario un atto deliberato di resistenza per superare le pulsioni razziste di una società.

Booktrailer

Roger Salloch

Roger Salloch, scrittore, sceneggiatore, com­mediografo e fotografo statunitense, vive e lavora a Parigi. Dopo gli studi in Storia Politica a Harvard, comincia a scrivere, pubblicando articoli di critica d’arte e racconti su varie riviste americane ed europee – tra cui «Rolling Stone», «The Magazine for the Arts», «The Paris Review», «Fiction», «Ploughshares», «North Atlantic Review», «The New York Times», «R», «Noise» e, in Italia, «Sud». Come sceneggiatore ha collaborato con Catherine Breillat e Costa-Gavras, e ha girato il corto Dernier mot. Le sue fotografie, invece, sono state esposte a New York, Eutin, Parigi, Torino, New Delhi, Vologda. Con Miraggi ha pubblicato «Una storia tedesca». www.anoa-galerie.com.

VANILLA ICE DREAM – recensione di Teresa Capello su Minima&Moralia

Stati Uniti immaginari (ma non troppo): Vanilla Ice Dream di Roger Salloch Blow up, il momento il cui un obiettivo…

VANILLA ICE DREAM – recensione di Lorena Carella su Exlibris20

Scritto da Roger Salloch nel 2019 e pubblicato dalla Miraggi Edizioni, nella collana tamizdat, nel 2020, Vanilla Ice Dream è un romanzo distopico…