Giangilberto Monti

Le collaborazioni illustri del Giangilberto Monti chansonnier e autore di testi sono innumerevoli. Dagli anni Settanta delle etichette indipendenti con Ricky Gianco e Ivan Cattaneo agli album da cantautore pubblicati con la CBS (oggi Sony Music), fino allo Zelig degli anni Ottanta in veste di autore per molti dei loro comici e ai progetti teatrali-musicali con Flavio Premoli, Lella Costa, Rocco Tanica, Mauro Pagani, Flavio Oreglio, Steano Nosei e Andrea Mirò. Infaticabile e incontentabile, traduce e interpreta in italiano canzoni di Boris Vian, Léo Ferré e Serge Gainsbourg e si dà anche alla scrittura. Pubblica, per citare solo alcuni titoli, il “Dizionario dei Cantautori” (Garzanti 2003), firmato con Veronica Di Pietro e il “Dizionario dei Comici e del Cabaret” (Garzanti 2008). Porta in scena con il jazzista Paolo Tomelleri il repertorio musicale di Dario Fo ed è anche autore del successo editoriale di “E sempre allegri bisogna stare” (Giunti, 2017). Con Miraggi Edizioni ha pubblicato Romanzo musicale di fine millennio e “Boris Vian, il principe di Saint-Germain-des-Prés”.

Visualizzazione di tutti i 3 risultati