Amore & Psycho

Golem, poesia

12,00

 

Uno dei più agguerriti poetry slammer italiani.

Ospite italiano al XXIV Festival Internazionale della Poesia di Medellin.

Una psicopatologia dell’amore quotidiano divertente e sovversiva, composta in versi lucidi e ludici, ludici e amari, amari e amori, che invita il lettore a riflettere, ma soprattutto a sorridere della sfiga…

Data di pubblicazione 2014
Formato 14,5/21 carta palatina 85 gr
Numero di pagine 96
ISBN 9788896910696

 

amore & psycho è libro di poesia etero… eterodosso ed eterogeneo, ma senza alcun pregiudizio. Amando la promiscuità, l’autore si è speso in performance poetiche, reading e poetry slam, fino a diventare una sorta di cavaliere errante della poesia. Promiscui sono soprattutto i suoi versi, lucidi e ludici, ludici e amari, amari e amori – con i quali compone una psicopatologia dell’amore quotidiano divertente e sovversiva.
L’io poetico che ci parla da queste pagine è un io attonito, ma non inerme, di fronte ai cataclismi di una vita normalissima, contro i quali dosa arguzia ed emozioni creando un dialogo intimo e trasognato con l’ascoltatore, invitandolo anche a riflettere, ma di sicuro a sorridere della sfiga che attende tutti dietro l’angolo.
Sottrarsi a questo dialogo non vi renderà più efficienti né più fortunati, ma forse vi priverà dell’arma più potente conosciuta contro la noia: il sorriso, appunto.

booktrailer Video

Paolo Agrati

Paolo Agrati è nato nel 1974 a Maggio. Si occupa di poesia, scrittura, musica e amenità. Ha pubblicato le raccolte Quando l’estate crepa (Lietocolle, 2010), Nessuno ripara la rotta (La Vita Felice, 2012) e il libriccino piccola odissea (Pulcinoelefante, 2012). Da sempre propone la sua poesia dal vivo, partecipando a numerose competizioni poetiche e Poetry Slam fino a diventare uno dei principali slammer italiani. Dall’esperienza del palco sono nati i reading legati ai libri, veri e propri spettacoli per portare poesia nei luoghi più svariati e inusuali. Nell’estate del 2014 è stato finalista del Premio Carducci, dove ha conseguito il riconoscimento Pietrasanta - Scultura e Poesia, e ha partecipato al XXIV Festival Internazionale della Poesia di Medellin come ospite italiano. È narratore e cantante nella Spleen Orchestra.