fbpx

Di sangue e di ferro

Collana: Scafiblù

9,9919,00

Vincitore del CONTROPREMIO CARVER 2020, sezione narrativa

Un gioco di autofiction che incastra il più drammatico periodo della nostra storia recente, l’epoca delle stragi, con l’indagine del protagonista intorno alla propria  identità, costruendo un ingegnoso puzzle le cui tessere sono storia pubblica, passato famigliare e funamboliche riflessioni sul tema letteratura e identità.

Con acquisto min. di 26 euro SPEDIZIONE GRATUITA

Svuota
Data di pubblicazione 2020
Formato 13,5x19
Numero di pagine 288
ISBN Cartaceo: 9788833861173 - E-book: 9788833861197

Andrea Ferro ha quasi cinquant’anni, ma vive come un ventenne: ciondola in un limbo indefinito facendo l’assistente in università, canta canzoni country in un locale di periferia, aiuta un amico a mandare avanti una casa editrice, insegue Silvia, una vecchia adolescente come lui che lo abbandona in continuazione. Ma un giorno il suo disequilibrio si infrange. L’amico editore gli sottopone uno “strano romanzo”, che subito si insinua nella sua vita. E la nonna – che l’aveva allevato dopo la morte prematura di sua madre e suo padre, quando aveva tre anni – è in fin di vita, costringendolo a tornare in Friuli e ad affrontare i misteri legati alla scomparsa dei genitori.
Comincia così la discesa di Andrea in un’epoca che si era sempre sforzato di ignorare: gli anni Settanta e le vicende dell’eversione nera, la strage di Peteano del 1972 e i depistaggi che per quindici anni hanno impedito di conoscere la verità. Mentre lo “strano romanzo” e il cervellotico dialogo con il suo autore lo incalzano, Andrea cerca di fare luce sulla vicenda dei suoi genitori e sulle responsabilità storiche dei suoi nonni.
Con di sangue e di ferro, Quarin marca la zona oscura dove si intersecano storia pubblica e destino privato, vita e narrazione, usando l’autofiction come un gioco, divertente, ma anche serissimo e pericoloso come tutti i giochi.

Booktrailer

Luca Quarin

Luca Quarin è nato a Udine nel 1965. Si occupa di ambiente, di design e di architettura. Comincia negli anni ‘80, collaborando con Carlo Marcello Conti e Lamberto Pignotti alla redazione di Zeta, rivista internazionale di poesia visiva. Negli stessi anni esplora la dimensione performativa della parola attraverso reading e spettacoli in vari luoghi della città. A metà degli anni ‘90 fonda Waama, un’azienda di design attiva sul mercato nazionale ed internazionale, con la quale cerca di dare voce alle cose attraverso le cose, invece che attraverso le parole. Negli anni successivi partecipa ad un importante progetto della Fondazione Solomon R. Guggenheim, tenutosi a Venezia, dal titolo Guggenheim Public, che si è occupato di “scultura sociale”. I suoi racconti sono stati pubblicati da riviste quali Parametro, Carie, Crack e da editori quali Biblioteca del Cenide e Lazy Book. “Il battito oscuro del mondo”, ed. Autori Riuniti, è il suo primo romanzo. Dopo essere stato presentato a Torino, a Palermo, a Genova, a Napoli, a Roma, a Verona, a Mestre, a Treviso, a Trieste, a Gorizia e a Udine, ha vinto il Premio Letteratura dell’Istituto Italia di Cultura di Napoli, come migliore romanzo edito del 2018, e il Golden Book Awards 2018, sempre come migliore romanzo del 2018. “Di sangue e di Ferro” è il suo secondo romanzo.

DI SANGUE E DI FERRO – recensione di Barbara Codogno sul Corriere della Sera

I misteri di Peteano Una tragica pagina di storia italiana che parte dalla provincia friulana. Il 31 maggio 1972 a…

DI SANGUE E DI FERRO – recensione di Roberto Mete sul Messaggero Veneto

La strage di Peteano e le nebbie della storia. Quando la letteratura fa luce sulle bugie Ha il sapore della…

DI SANGUE E DI FERRO – intervista a Luca Quarin di Salvatore Massimo Fazio su La Sicilia

Il dolore nella propria storia “Di sangue e di ferro” di Luca Quarin affronta le vicende della destra eversiva degli…

DI SANGUE E DI FERRO – recensione di Gabriella Crema su La Repubblica

Peteano e l'eversione nera A meno di un mese dalle elezioni che avevano assegnato la guida del paese a un…

DI SANGUE E DI FERRO – recensioni su Premio Letterario Giovanni Comisso

Nel 1972 esplode una bomba a Peteano, vicino a Gorizia, uccidendo tre carabinieri. Gli inquirenti sospettano alcuni militanti di Lotta…

DI SANGUE E DI FERRO – intervista a Luca Quarin di Iuri Lombardi su YAWP

Luca Quarin, Di sangue e di ferro, l'interrogatore della storia Sono i fatti a nascondere la verità storica e forse,…

DI SANGUE E DI FERRO – recensione di Sandor Tence su Primorski

VIDEM - Un libro interessante dello scrittore friulano Luca Quarin L’attentato di Peteano collegato alla bomba nella scuola slovena VIDEM…

DI SANGUE E DI FERRO – recensione di Rosa Elenia Stravato

Luca Quarin è un autore che non conoscevo, uno di quegli autori nei quali t’imbatti casualmente o per suggerimento, come nel…

DI SANGUE E DI FERRO – presentazione alla Libreria Milton di Alba in collaborazione con Book Advisor (la voce di Alba.it)

Sabato 27 giugno, alle ore 21, la libreria albese sarà invece in diretta dal cortile interno della libreria con gli…

DI SANGUE E DI FERRO – recensione di Anna Cavestri su Letto, riletto, recensito!

È un libro molto particolare e molto interessante è la sua struttura. I piani di lettura sono più di uno…

LUCA QUARIN ospite a Etnabook, Festival Internazionale del libro e della Cultura

Etnabook 2020 - Presentato oggi il programma e svelati i nomi delle sezioni 'A 'e 'B - Enrico Morello' del…

DI SANGUE E DI FERRO – Marco Quarin intervista Luca Quarin su Quasicultura

Luca Quarin vive a Udine, dove è nato (1965) e dove si occupa di ambiente, design e architettura.Di sangue e di…

Di sangue e di ferro – intervista a Luca Quarin di Laura Fonovich su Udinenews

Autofiction contro Autofiction. “Di sangue e di ferro” di Luca Quarin, vince il Contropremio Carver 2021 per la narrativa È…

Di sangue e di ferro – recensione di Renzo Brollo su Mangialibri

Andrea Ferro è nato a Udine nel 1965, ma all’età di tre anni ha perso i genitori in un incidente…