fbpx

Marino Magliani

Marino Magliani nasce in Liguria, ma più dei due terzi della vita li ha vissuti, in giro, tra Spagna, America Latina, Olanda. Ha scritto alcuni romanzi e raccolte di racconti. Queste anche assieme a Riccardo Ferrazzi, Giacomo Sartori, Paolo Morelli.
Ha cambiato almeno 15 editori, da Philobiblon, Sironi, Longanesi, Transeuropa, Instar Libri, Guanda, Ediciclo, Amos, Pellegrini, Fusta, Exorma, per finire con Prima che te lo dicano altri, a Chiarelettere. Ha tradotto, da solo, o con Riccardo Ferrazzi, Luigi Marfè, e Giovanni Agnoloni, Alberto Prunetti, alcuni libri di autori spagnoli e sudamericani, come Roberto Arlt, Haroldo Conti, Fernando Velázquez Medina, Pablo d’Ors, José Díaz Fernández. Ha curato traduzioni dal nederlandese e collane per l’editore Arkadia. Ha scritto la sceneggiatura per l’Editore Tunuè della graphic novel Sostiene Pereira, da Antonio Tabucchi. Tra le riviste e i quotidiani, ricorda i suoi articoli e le sue traduzioni e i suoi racconti per Il Reportage, Alibi, Avvenire, il servizio sui paesaggi liguri per Quante Storie (Rai 3) con Jack Green.
Forse sarà ricordato per un pugno di poesie contenute in All’ombra delle palme tagliate (Amos Editore), e per aver curato l’opera di Elio Lanteri.

Visualizzazione di tutti i 2 risultati