Bolaño selvaggio

Edmundo Paz Soldán, trad. Marino Magliani, Giovanni Agnoloni
Gustavo Faverón Patriau, trad. Marino Magliani, Giovanni Agnoloni
Contrappunti,

12,9924,00

LA PRIMA COMPLETA RACCOLTA DI SAGGI SUL MITO DI ROBERTO BOLAÑO, FINALMENTE TRADOTTA IN ITALIANO

Con acquisto min. di 19€ SPEDIZIONE GRATUITA

Svuota
Data di pubblicazione 2019
Formato 14,5x21
Numero di pagine 416
ISBN Cartaceo: 9788833860831 - E-book: 9788833860855

Dopo essere stato un poeta marginale e contestatore, Roberto Bolaño (1953-2003) è diventato in poco tempo un mito e un’icona per la nuova generazione di lettori e amanti della letteratura ispano-americana.
Esplorare da prospettive e punti di vista diversi l’inesauribile immaginario di Bolaño è lo scopo di questa raccolta di saggi, a cui hanno partecipato studiosi (come Celina Manzoni, pioniera degli studi bolañiani), traduttori (come Chris Andrews, che riversa in inglese le pagine di Bolaño) e figure molto vicine allo scrittore cileno, nonché di primo piano nel mondo letterario (come Ignacio Echevarría, Juan Villoro, Rodrigo Fresán, Enrique Vila-Matas, Alan Pauls, Carmen Boullosa).

  • Presentazione di Edmundo Paz Soldán e Gustavo Faverón Patriau
  • Nota alla seconda edizione di Edmundo Paz Soldán e Gustavo Faverón Patriau
  • Introduzione. Roberto Bolaño: letteratura e apocalisse di Edmundo Paz Soldán

Bolaño: le sue parole, I

  • Discorso di Caracas di Roberto Bolaño

Bolaño: la sua percezione del mondo

  • Un piatto forte della Cina distrutta di Enrique Vila-Matas
  • L’esperienza episodica e la narrativa di Roberto Bolañodi Chris Andrews
  • La battaglia futura di Juan Villoro
  • Note sulla poesia di Roberto Bolaño di Matías Ayala
  • «Una tristezza insopportabile». Otto ipotesi sulla malinconia di B. di Carlos Franz
  • Roberto Bolaño: Mounsieur Pain di Fernando Iwasaki
  • Addio a Bolaño di Jorge Herralde

Bolaño: la sua politica

  • «Povera memoria la mia». Letteratura e malinconia nel contesto della post-dittatura cilena di Paula Aguilar
  • La memoria delle storie in Stella distante di Roberto Bolañodi Maria Luisa Fischer
  • Un epitaffio nel deserto. Poesia e rivoluzione ne I detective selvaggi.di Andrea Cobas Carral e Verónica Garibotto
  • Bolaño epidemia di Jorge Volpi
  • Il Terzo Reich e la storia come gioco di guerra di Carolyn Wolfenzon

Bolaño: la sua estetica

  • Siamesi o doppi? Avanguardia e postmodernismo in Stella distante di Roberto Bolaño di Jeremías Gamboa Cárdenas
  • Mappe e fotografie nell’opera di Roberto Bolañodi Valería de los Ríos
  • 2666: l’autorialità al tempo del limite di Peter Elmore
  • Il samurai romantico di Rodrigo Fresán
  • Parole contro il tempo di Juan Antonio Masoliver Ródenas
  • La soluzione Bolaño di Alan Pauls

Bolaño: le sue altre genealogie

  • Fiction del futuro e lotta per il canone nella narrativa di Roberto Bolañodi Celina Manzoni
  • Roberto Bolaño: realmente viscerale di Jordi Carrión
  • Il rifacitore: Il gaucho insopportabile e l’ingresso di Bolano nella tradizione argentina di Gustavo Faverón Patriau
  • Il provocatore e le feste di Carmen Boullosa
  • Bolaño extraterritoriale di Ignacio Echevarría
  • Verso la letteratura ibrida: Roberto Bolano e la narrativa spagnola contemporanea di Luis Martín-Estudillo e Luis Bagué Quílez
  • Gli amori e i giochi del giovane Berger di Jonathan Monroe

BOLAÑO SELVAGGIO – recensione di Gennaro Serio su Alias

ALIAS DOMENICA Bolaño, un florilegio di scritti per ricostruire le influenze continentali Critica latinoamericana. Contributi saggistici e accademici sullo scrittore cileno:…

BOLAÑO SELVAGGIO – recensione su Minima&Moralia

IL BOLAÑO SELVAGGIO È in libreria l’edizione aggiornata del Bolaño selvaggio, la raccolta di saggi sullo scrittore cileno uscita per Miraggi. Di…