La vita è stanca

Golem,

14,00

La vita è stanca è un sorprendente romanzo-diario in cui le diverse voci si attraggono e i tempi paralleli si intersecano. È Berlino, una città come una metafora, ma è soprattutto uno sguardo acuto nelle pieghe dove di solito non guardiamo, sui rapporti umani dei nostri anni.

Data di pubblicazione 2018
Formato 14.5X21
Numero di pagine 144
ISBN 9788899815660

Berlino: nella città un tempo divisa dal muro e sempre più colorata, i gemelli Annalia, expat in fuga da se stessa, e Andrea, cercano di ritrovarsi, prima fratello e sorella, adesso sorella e sorella. Le loro vite tornano ad amalgamarsi, tra animali parlanti, un cane e un vecchissimo e saggio gatto, un musicista  e una senzatetto filosofa, fantasmi che si abitano fisicamente nei sogni e routine prive di realtà. I rapporti tra i protagonisti sono “deboli”, ma necessari, e non meno assoluti, dato che tendono all’amore. Perché “la vita è stanca”, ma non può deludere.
La scrittura magnetica di Hardy agisce come uno zoom sugli snodi più personali, e la fotografia taglia tutto il romanzo, creando un universo di fascinose appartenenze, di ombre, richiami e ricordi: il mondo sotterraneo s’incontra con le nuvole del cielo. Il resto, “è tutto un autoconvincimento”, ma non importa.

Una storia gentile, in cui i tutti cercano il senso della loro esistenza, e psicotica come la realtà in cui viviamo.

Per conoscere meglio Batsceba Hardy

http://www.batscebahardy.com

http://www.progressive-street.com

 

Batsceba Hardy

Batsceba Hardy è un'artista dell'irrealtà, che vive e vivrà nella rete (www.batscebahardy.com), dove si rende già visibile con la sua performance continua: scrivere storie con immagini (è una nota fotografa) e raccontare visioni con parole. Tutto il resto è wittgensteinianamente superfluo, compreso il suo background segreto. Risiede a Milano, di cui insegue i cieli fra le nuvole, dopo essere stata a lungo a Berlino, ma potrebbe trovarsi in qualsiasi altro luogo. Ama lasciare traccia di sé nei bar in cui trova ispirazione. Ama contemplarsi nelle finestre delle case. Ama svelarsi di notte alla presenza di nessuno.

Due sorelle e Berlino sullo sfondo: Hardy ci racconta “La vita è stanca”

Un romanzo-diario: la storia di due sorelle, con Berlino sullo sfondo. Intorno a loro animali parlanti, un musicista, una senzatetto…