fbpx

RUR Rossum’s Universal Robots

Traduzioni di Alessandro Catalano
Collana: MiraggINK

15,9029,90

«Nulla è più estraneo all’uomo della sua immagine.»

Interpretazione a fumetti dell’opera teatrale che ha introdotto nel mondo la parola “robot”.

Con un approfondimento sulle trasformazioni del robot nella cultura, 100 anni in cinquanta immagini, di Alessandro Catalano.

Con acquisto min. di 26 euro SPEDIZIONE GRATUITA

Data di pubblicazione 2022
Formato 17x24
Numero di pagine 280
EAN Cartaceo Cartaceo 9788833862071 | eBook 9788833862088

Leggi qualche pagina da RUR Rossum’s Universal Robots


RUR Rossum’s Universal Robots è originariamente il testo teatrale che, nel 1920, introduce nella cultura mondiale il termine “robot”. La storia, una delle prime distopie del XX secolo, racconta le tragiche conseguenze innescate dalla creazione di un uomo artificiale, organico ma apparentemente privo di quelle caratteristiche che rendono l’uomo debole e fallibile, come i sentimenti, i bisogni e il libero arbitrio – in una parola, l’anima. Tuttavia nessuna creatura può essere radicalmente diversa dal suo creatore e i robot di Karel Čapek, prodotti come beni di consumo per sollevare gli esseri umani dalle fatiche del lavoro fisico, sanno essere solidali tra loro, ribelli e violenti come gli uomini che li hanno costruiti.Nella storia di RUR si riflettono le grandi paure del Novecento di fronte all’avanzata del totalitarismo bolscevico, della vertiginosa corsa del progresso tecnico-scientifico, della disumanizzazione delle masse e delle ingiustizie sociali del capitalismo industriale. RUR è un «ammonimento alla società tecnologica, perché si avveda in tempo del baratro in cui sta precipitando». Di questo nobile fine letterario e sociale, tuttavia, rimarranno nella cultura di massa solo la parola “robot” e la spettacolarizzazione della tecnologia, che daranno vita a un ricco filone fantascientifico sia letterario che cinematografico che ha successo ancora oggi, dopo più di un secolo.

Josef e Karel ČapeK e l’invenzione della parola “robot”

«Ehi, Josef,» esordì l’autore «mi è venuta un’idea per un’opera».
«Che idea?» bofonchiò il pittore (e bofonchiò davvero, visto che teneva tra le labbra un pennello). L’autore gliela spiegò nel modo più conciso possibile.
«E allora scrivila» ribatté il pittore, senza smettere di lavorare alla tela, col pennello ancora in bocca. la sua indifferenza era quasi offensiva.
«È che non so come chiamarli, gli operai artificiali,» continuò l’autore «avevo pensato a labor, ma mi sembra un po’ troppo libresco».
«E allora chiamali robot» borbottò il pittore con il pennello tra le labbra, continuando a dipingere.
E così fu. Ecco dunque in che modo è nata la parola robot; che sia quindi attribuita al suo reale inventore.

 

Karel Čapek

Karel Čapek (Malé Svatoňovice 1890 – Praga 1938), giornalista, drammaturgo e narratore, è stato uno dei maggiori scrittori cechi del Novecento ed è stato ripetutamente tradotto in italiano fin dagli anni Venti. Grande sperimentatore di nuove forme e generi letterari, ha affrontato nella sua opera temi di grande attualità: l’intelligenza artificiale, l’energia atomica, la diffusione di epidemie etc. Deve la sua consacrazione internazionale all’opera teatrale R.U.R. Rossum’s Universal Robots (1920), che ha introdotto nella cultura mondiale il termine “ robot ” ed è stata di recente riproposta in una nuova traduzione da Marsilio.

Kateřina Čupová

Kateřina Čupová (1992, Ostrava) animatrice e fumettista ceca, laureata presso il rinomato Dipartimento di Animazione all'Università Tomáš Baťa di Zlín. Molti dei suoi lavori sono stati pubblicati su riviste e antologie. Il suo webcomic L'apprendista dell'autore è stato pubblicato in formato cartaceo a seguito di una campagna Kickstarter di successo. Il suo stile accattivante e simile a un cartone animato è fermamente radicato in decenni di apprezzata animazione ceca.

R.U.R. – recensione su Lo spazio bianco

R.U.R. è l’acronimo di (I robot universali di Rossum), la rivisitazione a fumetti di Miraggi Edizioni del dramma teatrale utopico e fantascientifico dello scrittore ceco…

R.U.R. – recensione di Luca Castelli sul Corriere della Sera

Alle origini della «città-fabbrica» dove nascevano i Robot L'anno scorso i robot hanno compiuto un secolo. Il 2 gennaio 2021…

R.U.R. – recensione di Ludovico Lamarra su Nerdface

I robot di Čapek tornano in R.U.R. R.U.R. (Rossum’s Universal Robots) è un graphic novel tratto dal dramma teatrale tragicomico di Karel…

R.U.R – recensione di Lorenzo Barberis su Spazio bianco | BLOG “Letteratura e fumetto”

RUR: KATEŘINA ČUPOVÁ E L’INCREDIBILE ATTUALITÀ DI ČAPEK RUR (Rossum’s Universal Robots) di Karel Čapek, dramma teatrale del 1920, è un…

RUR – Alessandro Catalano ospite su CUBE RADIO

Ascolta l'intervento QUI (dal minuto 34:42 circa)

RUR – Alessandro Catalano ospite a Cult su Radio Popolare

Ascolta l'intervento QUI (dal minuto 26 circa)

RUR – recensione di Maurizio Di Fazio su Repubblica

Un graphic novel che prende le mosse da un testo teatrale intriso di leggenda visto che fu il primo in…

RUR – recensione di Gianfranco Franchi su Mangialibri

Futuro prossimo. Fabbrica Rossum’s Universal Robots. È giorno di presentazioni, si annunciano nuove invenzioni rivoluzionarie. Il direttore Domin domanda e…

RUR – segnalazione su WIRED

6 fumetti di fantascienza da non perdere  Le migliori novità dal mondo della sci-fi tra comic book, graphic novel e…

RUR – recensione di Ludovico Lamarra su Nerdface

«Nulla è più estraneo all’uomo della sua immagine» I robot. Quanto dobbiamo essere grati alla creazione di questo archetipo narrativo per…

RUR – Andrea Voglino intervista Katerina Cupová

«Il momento in cui le macchine (…) invadono, non senza traumi, l’uomo e la natura: all’orrido paesaggistico si aggiungono e…